Giovedì 23 novembre 2017, alle ore 15, la Scuola di Ateneo Architettura e Design “Eduardo Vittoria” Università di Camerino e il Comune di Ascoli Piceno, sono lieti di dare accogliere, presso l’Auditorium Emidio Neroni in via del Cassero il professor Francesco Poli che terrà una conferenza sul rapporto tra spazio e opera d’arte, dalle avanguardie storiche ai giorni nostri, ripercorrendo le linee guida tracciate in una sua recente pubblicazione, della quale è autore con Francesco Bernardelli, Mettere in scena l’arte contemporanea, dallo spazio dell’opera allo spazio intorno all’opera (edito da Johan&Levi, Monza, 2016).

Noto e stimato storico d’arte contemporanea, Francesco Poli, nato a nel 1949, dopo la laurea in filosofia, ha scelto di mettere al centro della sua ricerca l’arte. Diventato negli anni amico stimato d’importanti artisti, frequentatore dei loro studi, ha sempre mantenuto vivo il suo interesse per gli aspetti sociologici della struttura del “sistema arte”, analizzandolo anche da un punto di vista socio-culturale e socio-economico. Ad Ascoli Piceno per la prima volta, nella sua conferenza, approfondirà alcuni aspetti centrali dell’arte del Novecento, movimenti e artisti, guidando i meno esperti nel continuo, stupefacente, inevitabile cammino dell’arte e offrendo ai frequentatori del contemporaneo, interessanti spunti di riflessione sulle ricerche e tendenze artistiche degli ultimi decenni. Francesco Poli è autore di saggi critici e storici, di volumi divulgativi che devono il loro grande successo alla capacità dello scrittore di rendere accessibili gli argomenti trattati, senza banalizzazioni o semplificazioni di senso con argomenti che spaziano dal minimalismo, arte povera, arte concettuale, scultura del Novecento, a saggi su Casorati e Seurat.

Curatore di mostre collabora anche con riviste specializzate e con il quotidiano “La Stampa”. Parallelamente, alle varie attività, ha sempre svolto con passione l’impegno didattico, fino al 2014, infatti, ha tenuto la cattedra di Storia dell’arte contemporanea all’Accademia di Brera; oggi, dalla fine degli anni ’90, insegna all’Université Paris e a Scienze della Comunicazione all’Università di Torino.
La conferenza del prof. Francesco Poli, introdotta dalla prof. Adele Cappelli, avrà inizio alle 15, presso l’auditorium Neroni, Rua del Cassero, preceduta dal saluto della prof. Donatella Ferretti, vice sindaco di Ascoli Piceno e del prof. Giuseppe Losco, direttore SAAD dell’Università di Camerino.
L’incontro con il prof. Francesco Poli è organizzato dai docenti Cappelli Adele e Carlo Vinti, Scuola di Ateneo Architettura e Design “Eduardo Vittoria” Università di Camerino, con il Comune di Ascoli Piceno, con anche la collaborazione della casa editrice Johan&Levi e della Libreria Rinascita.