Domenica 15 Aprile dalle ore 18 presso la sala conferenze della libreria RINASCITA si terrà la presentazione del libro di Franco Faggiani “La manutenzione dei Sensi”con la casa editrice Fazi. L’evento è realizzato in Collaborazione con il Club Alpino Italiano e rientra nel ciclo degli Incontri di Primavera del CAI. La cittadinanza è invitata a partecipare numerosa.

Hanno scritto sul libro: Ciò che subito coinvolge di questo romanzo, è il ritmo. Poi, entrando man mano nel racconto, anche tutto il resto: il lessico, la costruzione dell’intreccio, i dialoghi, la scoperta dei personaggi. I protagonisti sono un’ uomo di cinquant’ anni, vedovo, e un ragazzo a lui affidato, con la sindrome di Asperger.

I due abbandonano la vita Milanese per ritirarsi in montagna. Entrambi di poche parole, entrambi alla ricerca dei propri spazi, sembrano inizialmente mossi da un bisogno di fuga, di protezione dal mondo. Sarà invece proprio in montagna che riusciranno ad aprirsi, che troveranno una realtà accogliente, la libertà. Le loro storie s’ intrecciano e rivelano punti di unione. Ne la manutenzione dei sensi, più che la storia di Leonardo o Martino, l’autore racconta in realtà il modo in cui, insieme, i due riescono a trovare il loro posto nel mondo, a superare le etichette – di “vedovo” o di “affetto da sindrome” – che spesso ci identificano ancora prima di capire chi siamo.

E lo fa in maniera spontanea, divertente, genuina, con una storia talmente vera da far dimenticare che si tratta di un romanzo. La malattia, così come la vedovanza, non sono protagoniste, e neppure è retorica la scelta della vita in montagna, ne ha pretese di insegnamento o indottrinamento. Faggiani racconta attingendo alla propria esperienza personale e da alla luce un romanzo autentico, piacevole e che a tratti commuove.(Tratto dalla pagina editoriale di Montagne 360 marzo 2018 rivista mensile del CAI)
Franco Faggiani

Vive a Milano e fa il giornalista. Ha lavorato come reporter nelle aree più “calde” del mondo; si è occupato di economia, ambiente, cronaca, sport e, negli ultimi anni, di enogastronomia. Ha scritto manuali sportivi, guide, biografie, saggi e testi di libri fotografici. Da sempre alterna alla scrittura lunghe e solitarie esplorazioni in montagna.

LA MANUTENZIONE DEI SENSI

A un incrocio tra casualità e destino si incontrano Leonardo Guerrieri, vedovo cinquantenne, un passato brillante e un futuro alla deriva, e Martino Rochard, un ragazzino taciturno che affronta in solitudine le proprie instabilità. Leonardo e Martino hanno origini ed età diverse, ma lo stesso carattere appartato. Il ragazzo, in affido temporaneo, non chiede, non pretende, non racconta: se ne sta per i fatti suoi e non disturba mai. Alle medie, però, a Martino, ormai adolescente, viene diagnosticata la sindrome di Asperger. Per allontanarsi dalle sabbie mobili dell’apatia che sta per risucchiare entrambi, Guerrieri decide di lasciare Milano e traslocare in una grande casa, lontana e isolata, in mezzo ai boschi e ai prati d’alta quota, nelle Alpi piemontesi.

Sarà proprio nel silenzio della montagna, osservando le nuvole in cielo e portando al pascolo gli animali, che il ragazzo troverà se stesso e il padre una nuova serenità. A contatto con le cose semplici e le persone genuine, anche grazie all’amicizia con il burbero Augusto, un anziano montanaro di antica saggezza, padre e figlio si riscopriranno più vivi, coltivando con forza le rispettive passioni e inclinazioni. Una storia positiva è al centro di questo romanzo che trabocca di umanità e sensibilità autentiche e che contiene una riflessione sul labile confine che divide la normalità dalla diversità.
Un romanzo sul cambiamento, la paternità, la giovinezza, in cui padre e figlio ritroveranno la loro dimensione più vera proprio a contatto con la natura, riappropriandosi di valori irrinunciabili come la semplicità e la bellezza.