Riprendono le attività del Circolo di Cultura Cinematografica “Don Mauro – Nel corso del tempo” con la rassegna “Il gusto del Cinema” iniziata giovedì scorso presso la Sala della Comunità della Parrocchia dei Ss. Simone e Giuda. L’iniziativa nasce dalla volontà di voler dare risalto a prodotti del territorio facendoli conoscere abbinandoli alla proiezione di un film a tema. In ogni serata, infatti, alla visione di un’opera filmica seguirà una degustazione guidata da Raimondo Cinciripini de ‘La Bottegola’ di Villa Sant’ Antonio.

Giovedì scorso è stata la volta di “C’est la vie – Prendila come viene” di Eric Toledano e Olivier Nakache. È seguita la degustazione di prodotti offerti dal direttivo del cinecircolo.Si prosegue giovedì 15 novembre con “Quanto basta” (2018, 92) di Francesco Falaschi dove un bravissimo Luigi Fedele interpreta Arturo, un cuoco stellato caduto in disgrazia a causa del suo temperamento collerico, che gli ha fruttato un arresto per percosse e lesioni aggravate.

La pena alternativa che gli è stata comminata è quella di insegnare a cucinare ad un gruppetto di ragazzi autistici affidati ai servizi sociali e supervisionati dalla bella psicologa Anna. Nel gruppetto spicca Guido, un ragazzo affetto da sindrome di Asperger, che ha un talento innato per l’alta cucina che chiederà ad Arturo di fargli da tutor per un concorso culinario: uno di quelli che lo chef odia e che hanno partorito fenomeni mediatici come il suo acerrimo rivale, il simil-Cracco Daniel Marinari.

Alla proiezione seguirà la degustazione che vedrà protagonisti i ragazzi della Locanda del Terzo settore “Centimetro zero”, il ristorante sociale che a Spinetoli è riuscito a coniugare impegno, cucina di qualità e prodotti locali, che racconteranno la loro esperienza che li ha portati ad essere protagonisti anche sul Gambero Rosso Channel.

Il ciclo continuerà il 22 novembre con la proiezione di “Sapori e dissapori” (2007, 104’) di Cott Hicks dove la vita di Kate (Katherine Zeta-Jones), chef in un raffinato ristorante di Manhattan, cambia all’improvviso quando la sorella muore in un incidente e lei si ritrova in affidamento Zoe, una nipotina di nove anni. Sarà una serata vegetariana, perché alla proiezione del film seguirà degustazione a cura della chef Emanuela Tommolini, specializzata in cucina naturale e vegetariana.

La prima parte della Rassegna (perché verrà ripetuta in primavera con altre proiezioni e degustazioni) si concluderà il 29 novembre con la proiezione de “Per incanto o per delizia” (2000, 84’) di Fina Torres con Penelope Cruz. Seguirà degustazione a base di peperoncino con Valerio Alesi dell’Azienda Agricola “La Valle”.

L’ingresso alle proiezioni è riservato ai soci, ma è possibile associarsi all’inizio di ogni serata (tessera annuale 9 euro, giovani fino a 25 anni 6 euro).