Sabato 16 marzo alle ore 21.15 presso la Chiesa di Sant’Andrea ad Ascoli Piceno andrà in scena lo spettacolo teatral-musicale “ Il Canto della Sibilla” a cura del gruppo popolare Sibylla Moris.

Durante la serata verranno riproposte le leggende e i canti dei Monti Sibillini e del Piceno. Tra fate e canti popolari verrà riproposta la storia del Guerrin Meschino in un turbine di emozioni e di sorprese.

Il gruppo dei Sibylla Moris nasce nell’estate del 2016 e in questi anni si è affermato riscuotendo plausi e riconoscimenti. Nel 2018 è uscito il primo cd “Su e giù per le contrade” (ed. Ars Spoletium) con la partecipazione eccezionale dell’attore e cantante popolare romano Giorgio Tirabassi. I brani proposti sono il frutto di un’accurata ricerca sul territorio, durata molti anni, completa di  registrazioni di anziani e di studi su documenti dell’800 realizzati da ricercatori locali dell’epoca come Alighiero Castelli e Giulio Gabrielli.

I componenti del gruppo sono: Valentina Manni (voce), Manlio Agostini (voce e chitarra), Marco Pietrzela (flauti e percussioni), Sante Quaglia (fisarmonica), Massimo Romaniello  e Riccardo Monti (tamburi a cornice); Fabrizia Latini e Tibor Cecchini (ballerini). Per l’occasione al ballo ci sarà la partecipazione eccezionale di Laura De Angelis. La musica popolare è lo specchio dell’anima di una cultura. E’ per questo che deve essere custodita gelosamente. Ripartendo da noi stessi e dalla nostra tradizione possiamo aspirare ad un futuro migliore e più consapevole. Platone affermava:  La musica è una luce morale. Essa dona un’anima ai nostri cuori, delle ali ai pensieri, uno sviluppo all’immaginazione; essa è un carme alla tristezza, alla gaiezza, alla vita, a tutte le cose. Essa è un’essenza del tempo e si eleva a tutte quelle forme invisibili… abbagliante e appassionatamente eterna”.

L’evento è realizzato con la collaborazione del Comune di Ascoli, dell’Associazione “Il Portico di Padre Brown” e dell’Associazione “Egeria”.